Il naso

// 36 commenti
Domani gioca.
Ci sarà a Napoli?

36 commenti:

  1. Buongiorno

    Se non subirà altri infortuni ( mi tocco ) giocherà "ovviamente...." anche contro il Napoli ! perché non dovrebbe ?

    Vale, OP, a guardarli sembrano buoni :-) oggi vi dico...

    PS Nessun danno a persone o cose !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sei bravo Mauri!
      Complimenti.

      Elimina
  2. Se gioca in nazionale, pur essendo una partita che può passare alla storia e che qiindi giochi forse anche col naso rotto, non è che quella di Napoli sia di nessuna importanza.

    Su quello che dicevamo ieri sono opinioni, ma per spiegare meglio la mia, io non parlavo di competitività come di livello grnerale di tutte le squadre e di distanza tra piccole e grandi che è ovviamente aumentato oggi.
    Parlavo infatti di "concorrenza" ad alti livelli per gli obiettivi di vertice.
    Se poche squadre diventano sempre più forti Grazie ad introiti che prima erano più livellati di adesso, secondo me la concorrenza per le prime posizioni aumenta.
    Mi riferivo infatti alle migliori che in Italia ed Europa sono da tempo stabilmente a certi livelli.
    Insomma un Verona è davvero quasi impossibile possa vincere oggi sulla lunghezza di un intero campionato.
    Proprio perché una cenerentola che dovesse fare un campionato eccellente dovrebbe superare non 1/2 due squadre a turno attrezzate, ma almeno il doppio.
    Se in coppa campioni ci sono solo 2 squadre che si distaccato dalla massa è più facile riuscire ad andare fino in fondo che se invece in quella competizione ce ne sono 6/7 nettamente superiori e di altissimo livello.
    Prima in base ai sorteggi ed agli accoppiamenti se avevi fortuna potevi arrivare fino in fondo senza aver incontrato grandi avversari.
    Oggi è molto più difficile.
    Sulla competitività delle piccole verso le grandi sono d'accordo con voi, come questo campionato italiano sta dimostrando con dei record.
    Avrete letto quanti punti abbiano lasciato per strada le prime 5, cosa forse mai accaduta, così come non ricordo squadre a 0 punti dopo 12 giornate.
    La forbice si allarga, proprio per questo vinceranno sempre le stesse tra un ristretto cerchio di Club col quale si deve fare i conti sempre, non occasionalmente ed a fasi molto alterne.
    Il nostro problema è rientrarci in questo "cerchio magico".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito il tuo discorso, ma non è che sia proprio d'accordo. Se ci fosse grande competitività tra pochi negli ultimi 6 anni avrebbe vinto, che so, tre volte la Juve, una il Napoli, una l'Inter, una la Roma... La stessa vincente per 6 anni di fila, significa ZERO competitività anche all'interno del ristretto gruppo... Credo che prima o poi, qualcuno dovrà intervenire anche in faccia ai potenti se si vuole evitare il calo di interesse e l'uccisione della gallina dalle uova d'oro... Negli USA in casi estremi, il cambiare le regole per favorire la competizione è sempre stato fatto, anche se chi veniva costretto a fare un passo indietro erano potentati come i Boston Celtics o i New York Yankees... Vedremo se ci sarà quel minimo di lungimiranza anche qui...

      Elimina
  3. Innanzi tutto FORZA SVEZIA.

    Per il resto, forza NAPOLI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nick diverso, solito idiota...

      Elimina
    2. Nick uguale, sempre a novanta.

      Elimina
    3. Tu? Certo, con il solito palo di gran diametro infilato nel culo, coglione...

      Elimina
    4. Intenditore sopraffino. Uno scrive novanta e pensi subito alla verga nerbobruta che penetra l'ano. Salutami Sarri quando settimana prossima di galoppa.

      Elimina
    5. Perché eé, evidente che apprezzi tanto, uomo di merda...

      Elimina
  4. Grazie al tuo aiuto Vale :-)



    Ciao TORNACARLETTO ! quanto tempo...avevo nostalgia !:-)
    Dai ! adesso anche contro la nazionale ? WHY ???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se davvero ti sono stato di aiuto ne sono molto contento...per questi piccoli piaceri della vita.
      FORZA MILAN sino alla morte.

      Elimina
    2. Ciao tatanka, come la va' ?

      Di sta nazionale figlia dei Capibastone buffon e de rossi me ne sbatte il cazzo, così come del Milan montelliano che col napoli ne prende 5.

      Per il resto spero tu stia bene e ti mando un bacione.

      Elimina
    3. Ciao TORNACARLETTO, porta pazienza, i capibastone e Montella non dureranno ancora per molto ! per questo mi auguro il bene della nazionale, ma soprattutto del Milan !

      Su alcune cose non c'è sintonia, ma sempre simpatia e rispetto !
      Un abbraccio !

      Elimina
  5. Vero anche che la velocità, la resistenza e la condizione atletica si allenano. Infatti una volta si allenava più la tecnica e questo facilitava la crescita di talenti (al netto delle doti naturali).
    Però è più facile esprimere il proprio talento quando non hai addosso 3 cagnacci dopo due secondi.
    Quando arrivò da noi Ronaldinho dal punto di vista tecnico e del talento era ancora tra i migliori, ma il vero Dinho che in rossonero non abbiamo mai visto era quello che in serpentine ne saltava 3 sostenuto da uno scatto ed esplosivita' ormai dimenticate a Barcellona.
    Difficile e forse inutile fare paragoni tra epoche diverse, ma Rivera oggi dovrebbe essere un altro giocatore per essere un RIVERA, la sola tecnica e visione di gioco non gli basterebbe per esserlo e malgrado si dica che prima si praticava un gioco più difensivo, in realtà le squadre erano più lunghe con più spazi per filtranti in verticale. Oggi ci si difende in 11 anche da routine, il famoso catenaccio di una volta cobsisteva invece nel tenere bloccati solo i difensori perché le squadre restavano lunghe.
    Poi c'erano le eccezioni, un catenaccio che ricordo è stato quello in finale contro il Leeds.
    Quando da ragazzo vedevo le giocate e gli assist del mio Rivera ripensandole oggi mi aspetterei il telecronista esclamare: "...però non di possono lasciare quegli spazi..."

    RispondiElimina
  6. FORZA MILAN ......magari fino alla morte no! diciamo un ferimento grave :-) ( ancora grazie Vale)

    Non saprei se si era più competitivi prima o adesso ! dipende, in Italia, negli ultimi anni vince solo la Juve 8(anche se mi sono fatto la mia idea sul perché...)
    In europa probabilmente c'è più competitività adesso ! ma per diversi motivi......

    Da non dimenticare la lunga squalifica di tutti i club inglesi fino al 1990, ed il Liverpool andava molto bene in quel periodo ! ( personalissimo parere, eh ).

    RispondiElimina
  7. Ehilà Valissimo..
    ieri ero in Croazia, a pranzo,
    ed ho avuto l'occasione di parlare di Pjiaca con uno dei miei insider milanista sfegatato....
    Il giocatore è scontento e frigna pretendendo garanzie di poter giocare da subito al rientro, garanzie ke la Rube si guarda bene di dargli....
    Ah ! Ah ! Ah !
    Invece gli è stato prospettato un prestito di cui a sua volta il giocatore nn vuol sapere...
    La favola bella è finita e cmq vada l'idillio è svaporato come neve al sole, e x quanto il ragazzo sembra abbia colpe minori di quanto si pensava riguardo alla scelta, il mafioso semi governativo enturage ke questa scelta aveva imposto più ke caldeggiato, infine ha avuto quello ke si meritava..
    sono curioso di vedere quante mercificazioni verranno fatte in un futuro prossimo con la Vecchia Puttana...
    Ot Vale i miei, ti salutano tutti con il consueto rispetto, TrT è impegnato su più fronti in Veneto e mio figlio dopo essere stato in Svizzera ora è a Genova x consegnare un grosso progetto commissionato da tempo...
    Poi prendendosi almeno 8 mesi sabbatici avrà forse il tempo e la voglia di tornare a commentare....
    Caro Mauri come vanno le tue esperienze culinarie ???
    Ah! ah! Ah!
    Cmq nn potrai mai fare peggio del soggetto di cui sopra, ke rimasto 2 gg senza governante ignorando ke la pasta si debva cuocere nell'acqua l'ha buttata in pentola ....asciutta...
    ha giustificato il fatto dicendo ke nn voleva disturbarmi x queste sciocchezze, e poiché è stato burlato da tutti si è iscritto ad un corso di cucina ke ha superato brillantemente..
    Quindi come vedi ..hai speranza...
    Un caro saluto e Buona domenica a tutti, xkè il lunedì potrebbe nn esserlo altrettanto....



    RispondiElimina
  8. Ciao OP, esame superato, adesso sono pronto per aprire una pasticceria :-)

    Considerando i buoni rapporti con la gobba ( purtroppo) non è che ci danno Pjiaca ? pagandolo eh ! tanto da loro non gioca mai....

    Buona domenica a te & family !

    PS Certo che cuocere la pasta senza acqua :-) vebbè.....

    RispondiElimina
  9. OP, carissimo, la carriera dei figli è una grande soddisfazione, rinnovo i saluti per TrT, spero tu gli dia carta bianca..ahahah (scherzo ovviamente).
    Fino alla morte....voglio dire fino alla fine....che poi è la stessa cosa, caro Mauri, non ci sono riusciti quei due a farmi disamorare del Milan in 10 lunghi anni, non ci riuscirà nessun altro nei prossimi 20/30.
    Red Black, il problema del Milan non è tanto il tornare a vincere, ma tornare a competere per farlo, magari sino alle ultime giornate e poi non riuscirci, la concorrenza per me è questa al di là di chi la spunta alla fine.
    Davvero credo che la Roma abbia meritato di più quando vincevano i bluneri (una volta negli ultimi 30' del campionato...ricordi?).
    Poi nella concorrenza per le prime posizioni i gobbi sono la punta di diamante assoluta avendo raddoppiato il fatturato delle altre..."grandi".
    Qualcuno ha detto che il Napoli ha 11 titolari, la Juve 22. Credo sia vero.
    Pijaca credo sia ormai un giocatore da ricostruire, ha perso il treno per dare continuità alle sue prestazioni, poi l'infortunio ha fatto il resto. Se ce lo danno in prestito con riscatto non troppo esoso (perché dovremmo rigenerarlo noi), ben venga. A destra c'è Suso, a sinistra non so quanto possa adattarsi.

    RispondiElimina
  10. Buongiorno a tutti.

    Se Bonucci sarà in grado di giocare domani sera, perché non dovrebbe esserne in grado sabato prossimo ? Al limiti si metterà una protezione al naso, come tante se ne son viste sui campi di calcio. Sarà il capitano. .....mascarato ..:-)

    Ciao Mauri un grosso in bocca al lupo per l'assaggio dei "tuoi" Cannoli...incrocio le dita per te. ;-)

    Vale, il discorso "generazionale" , rimarrà una semplice teoria (ognuno può averne una) . Purtroppo non potremo mai verificare quale sia quella più realistica. Diciamo che ci riteniamo fortunati per aver potuto ammirare tanti campioni di epoche diverse ,anche se questo significa. ..età non più verdissima. ..ahimè :-)
    Sulla competitività ad alti livelli nel nostro campionato......beh. . il campionato lo vince sempre la stessa squadra ,e le altre posizioni sono grosso modo cristallizzate da anni, soprattutto per l'impossibilità di portare avanti e far AVANZARE un progetto tecnico, dovendo ogni anno cedere uno o più campioni in nome del ffp, quindi, fatico a parlare di campionato molto competitivo. Capisco invece il tuo discorso , dal punto di vista di chi si deve/vuole inserire ai vertici (il Milan per esempio) , ed incontra le stesse difficoltà.

    RispondiElimina
  11. Caro Vale...
    Ieri l'ho ripetuto anke al mio amico insider sconsolato ke vedeva in Pjiaca un grande campione in nuce, da oltranzista quale sono ora dico : se lo tengano, lo mandino in prestito, lo sfanculino in qualke discarica...nn è più affare mio nè x quanto mi riguardi del Milan....
    NN ACCETTO KE IL MILAN,
    SÌ, ANKE QUESTO MILAN
    DEBBA ESSERE UNA SECONDA SCELTA RISPETTO AI LADRONI RUBENTINI....
    l'imbecille ragazzotto di turno si vedeva già pronto a giocare permanentemente in Champion e magari già a vincerla...
    Ebbene scenda dal pero e gli altri evitino poi di cadere dalle nuvole come il tal Bernardeschi, e tutto ciò sia da monito x quelli ke individuino nella Gobba il miglior trampolino di lancio..
    potrebbe rivelarsi un salto nel vuoto con relativo sfracellamento al suolo...
    Ot diciamola tutta,
    la Rube è solo un mezzo x raggiungere un vero top club mondiale, quello ke essa nn È e MAI SARÀ!

    RispondiElimina
  12. Io credo che per uno come il nostro attuale presidente, che non ha l'ambizione e forse nemmeno la voglia di gestire da solo il Milan, trovare un socio non sia poi un'impresa titanica.
    Diverso era per Silvio, che con decenni di esclusiva proprietà avrebbe oscurato qualsiasi socio costringendolo anche a perdite costanti grazie ad una conduzione pratica e fattiva di colui che con Adidas e chi vogliamo, quanto ha incrementato il fatturato a parte la sbornia televisiva che c'è stata per tutti?
    Vero, avevamo il primo fatturato in serie A, ma non così differente da altri, malgrado i successi in campo internazionale, ripetuti e costanti. Comunque "avevamo"....e mai raddoppiato i gobbi come loro hanno fatto adesso con noi.

    RispondiElimina
  13. Dici bene, non capisco nemmeno Bernardeschi. Ma vai all'estero se vuoi un altro ingaggio GIOCANDO! Ti hanno preso anche Costa, hanno ancora Cuadrado...risultato...il campo lo vedi poco e la nazionale pure.
    Marotta dice che hanno fatto operazioni guardando al futuro. Intanto Costa ha 27 anni e Cuadrado a 29 va' ancora come un razzo, per non parlare appunto di Pijaca, quindi per i prossimi 3 anni pensano di giocare con 4 esterni destri?
    Meno male che poi i doppioni li abbiamo noi, mentre poi in altri ruoli qualcosa a loro manca rispetto agli esuberi sulle fasce.
    Sono forti e non ci piove...vorrei vedere con 400 milioni di fatturato....ma credo che il loro mercato sia stato meno equilibrato ed avveduto del nostro.

    RispondiElimina
  14. un commento da Gazza
    4Black 13:47, 12 Novembre 2017
    Provo a riassumere quello che sta accadendo da un anno in qua a Milano, perché leggendo la maggior parte dei commenti pare che il mondo sia proprio ribaltato e che il cervello dei tifosi abbia smesso di funzionare.

    Allora, ci troviamo davanti ad un soggetto che ha immesso oltre 1 miliardo in una società (portando soldi freschi e sonanti sulla piazza di Milano, chiedere a Fininvest ed alle banche italiane che sono rientrate da tutti i loro crediti).
    Per tutta risposta questo soggetto viene preso a sberleffi, insultato e addirittura crocifisso tanto che si legge quotidianamente di stupefacenti ed incredibil affermazioni su un prossimo quanto improbabile fallimento della sua società che presenta viceversa un assetto patrimoniale solido con un equilibrio finanziario assolutamente nella norma e passività con indicatori di bilancio sotto la media della categoria e addirittura tre volte inferiori alla rivale cittadina.

    Dall'altra parte del Naviglio vi è un'altro investitore, nuovo anch'esso, che però viceversa ha addossato sulle spalle della società che ha rilevato 490 min di debiti, si riporta a casa (con gli interessi) quei pochi soldi che ha pagato al precedente proprietario (le rate che l'Inter paga a Great Horizon Lux), registra incrementi di fatturato che non rinvengono da contrattazioni libere di mercato ma sono di "giro", effettuati cioè da società infragruppo o cmq collegate, azzera la perdita di bilancio (questo ai fini FPF, perche la perdita d'esercizio finale è cmq superiore ai 20 mln) con plusvalenze da prestigiatore (Caprari per 14 mln...) comunica ufficialmente che non ha intenzione di spendere per rafforzare la squadra e non ci sono tracce di delibere di aumenti di capitale o di immissione di capitale di rischio.
    Per tutta risposta quali sono i commenti dell'opinione pubblica? Celebrano questo soggetto osannandolo, addirittura lo santificano.
    Beh, è da ritenere un comportamento inspiegabile anche se rinviene dalla classica attività di un manipolatore esperto che con abilità diabolica conosce così bene la parte tanto da infinocchiare tutti, ma proprio tutti, opinione pubblica, addetti ai lavori ma soprattutto i tifosi che dovrebbero essere un po' critici ed invece gongolano e si sentono addirittura più ricchi pure loro.
    Manca poco che ci troviamo davanti ad un nuovo schema Ponzi del truffatore americano Madoff. Povero mondo, mi viene in mente proprio quel passo evangelico recitato allegoricamente ma cinicamente al contrario "beati i perseguitati a causa della giustizia perché saranno... giustiziati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cerca cerca, ho trovato uno che la pensa come me. sono commosso.

      Elimina
  15. pensierino calcistico della domenica.
    c'è stato un momento, un periodo, nel calcio e mi pare anche in altri sport in cui talento e fisicità si sono trovati in equilibrio. allora il calcio ha dato e fatto vedere il suo meglio.
    poi la fisicità, più facile da ottenere, da crescere, da trattare e controllare e programmare, e inserire negli schemi di gioco, schemi forse concepiti sempre più in funzione di questa, ha preso il sopravvento. sempre più fisicità, sempre meno talento. sempre più corsa e potenza, sempre meno invenzione, bellezza, e toh, questa parola che sparisce, o si nasconde a me che non so dove cercarla qui forse perchè sono sul vecchio e ho ricordi così lontani dalla realtà bruta e pesante da prenderne l'aspetto, o l'apparenza, poesia.

    RispondiElimina
  16. No ! invece hai ragione da vendere, ormai il calcio è sempre più questo ! ed hai ragione anche quando sostieni che c'è stato un periodo in cui talento e fisicità/fantasia e muscoli si sono trovati in equilibrio ! Vogliamo trovare una collocazione a questo periodo ?............facciamo da fine anni 80 a fine anni 90 "circa" ?

    Ciao Leo, tutto ok ! i cannoli son venuti una cannonata ! anzi una CANNOLATA :-)

    PS Caro Vale, ovviamente anche per me la passione per il Milan è rimasta sempre immutata ! però...però... c'è stato un periodo ( pochissimi anni fa) in cui ho vacillato per un paio di mesi. Facevo veramente fatica a guardare il Milan, il mio entusiasmo si era spento. Questo dopo l'incredibile esonero di Miha, a sei giornate dal termine.
    UNA SCELTA ASSURDA !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E volendo ,Mauri possiamo anche dargli un volto, anzi un colore di maglia a quel periodo di "equilibrio".....inutile che dica quale , anzi, quali colori. .;-)

      Elimina
  17. Si ! probabilmente noi incarnavamo quell'equilibrio citato da Dao, all'ennesima potenza, ma non solo noi ! E' stato un periodo di transizione, si passava da un calcio più tecnico e meno fisico, sino ad arrivare "quasi" all'opposto di oggi.

    RispondiElimina
  18. Coglionazzi, terroni, gommisti ed estremisti, si sta bene a farvi i pompini a vicenda senza di me?
    Questo blog è morto, vede la luce solo quando ci sono io.
    Marcellina

    RispondiElimina
  19. Sei il troll ?
    No, xkè questo nn è il tono di Hiks...almeno nn quello con cui mi confronto io di solito...
    Stattene buonino d'accordo ???

    RispondiElimina
  20. 1) Lo scetticismo e la prevenzione che una parte della stampa ha espresso e ancora esprime sulla proprietà del Milan sono fondati su motivi razionali (direi quasi ovvi), non sono certo frutto di malafede o faziosità, e vedere tanta pervicacia nel negarlo fa quasi tenerezza - oltre tutto consiglierei ai tifosi del Milan di lasciar perdere paragoni con quella dell'Inter, per carità di Patria. Si tratta di una operazione di LBO, faticosamente conclusa, dove la prospettiva ad oggi è una lievitazione ulteriore del debito, nel migliore dei casi solo di quello in capo al proprietario (come sempre accade in questi casi, round after round). Operazione di LBO applicata su un target molto diverso dal MU di Glazer, che era un club già vincente e prospero. Dall'altra parte abbiamo un gruppo che fattura 50 miliardi di $, il quale, cosa sfuggita a Dao, ha nel primo esercizio della sua gestione, chiuso il 30 giugno 2017, APPORTATO la bellezza 86 M di euro di fatturato aggiuntivo, derivante in larga parte da contratti stabili con società facenti parte del gruppo - in proporzione la dipendenza da contratti con parte correlata non è inferiore a quella del PSG, si tratta del 27% del fatturato netto. Poi certo se si ha poca dimestichezza con questi temi, ecco che esce sempre fuori sta storia ridicola degli shareholder loans a titolo oneroso, come fossero il segno di chissà che di male. A causa dei principi contabili internazionali che si applicano ormai anche sul piano domestico, almeno nella rilevazione di debiti e crediti, il prestito infruttuoso del socio, se di durata pluriennale, non conviene più. Tanto "l'interesse di mercato" lo dovresti spesare lo stesso a conto economico con relativa incidenza sul FFP, tanto vale quindi evitare complicazioni contabili e praticare prestiti a tassi di mercato. Però questo non vuol dire che i soldi degli interessi vengono pagati effettivamente, in genere in questi casi si aggiungono semplicemente al resto del debito, ovvero si capitalizzano. Poi in seguito si decide di rinunciare a una parte o tutto di quel debito per fare aumenti di capitale, che in questo momento non sono necessari perché ormai di perdite non ce ne sono quasi più, tanto più che ora come ora la presenza di Thohir di fatto sconsiglia la strada dell'aumento di capitale immediato, a cui l'indonesiano non parteciperebbe, cosa che diluirebbe la sua quota, evento certo non gradito al medesimo. Il residuo del debito con Goldman, sommato agli ingenti prestiti socio di Suning, produce la terribile cifra di 490 M di debito finanziario lordo, ma non ha un grande significato in questo contesto.
    Tra prestiti socio, aumento di capitale iniziale e fatturato con società correlate e non, in un anno sono già arrivati all'Inter 525 M, poi è chiaro che la gestione punterà al pareggio, come quella del Milan del resto, e quindi gli introiti della CL sono fondamentali, ma loro escono dal SA noi nel migliore dei casi entriamo in un Va che pur senza sanzioni ha dei target di bilancio identici, ovvero il rispetto nel triennio 2019-21 della break-even rule. Inutile dire che in questo caso la massima "produttività" degli investimenti è fondamentale e un DS in grado di garantirla è indispensabile.

    RispondiElimina
  21. Detto questo mi auguro che l'ardito piano di Yong abbia successo, e arrivino anche per noi i ricavi dalla Cina, ma dubitare è lecito, perché le operazioni con parte correlata sono una cosa, i ricavi genuini un'altra, in quel caso qualcuno si deve cavare fuori i soldi di tasca per acquistare un servizio che ritiene soggettivamente utile, non per aiutare la propria creatura, e finora dalla Cina persino il Real ha ricavato poco, vedremo. L'unica vantaggio, nel confronto, è che noi partiamo da una base di partenza più alta in termini di ricavi genuini rispetto all'Inter, e da un’indebitamento pregresso inferiore. Inutile dire che se una potenza di fuoco di quel genere fosse stata dispiegata nel nostro caso avrebbe avuto effetti moltiplicati, l'Inter sul piano economico e finanziario era un cadavere da rianimare, cosa che è avvenuta, ma metti 500 milioni nel Milan e poi vediamo, spero che non sia vero che inizialmente Zhang volesse comprare il Milan e si sia allontanato per il prezzo. Ovvio che la colpa è di chi ha venduto, in quanto ha preteso troppo, ma il problema è proprio questo, se chiedi troppo i grossi gruppi ti fanno il gesto dell'ombrello, il rischio è quello di attrarre avventurieri, infatti vale sempre il principio: "lo stolto e il suo denaro si separano presto"...

    PS
    Trovare un socio non è per niente facile per Yong, perché il prezzo non è conveniente per un socio di minoranza, quindi quando si parla, bisognerebbe farlo con precisione, un socio di minoranza sì ok ma a quali condizioni? al prezzo di carico attuale no di certo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla carta l'Inter ha una proprietà solida di suo, mentre per la nostra il dubbio é lecito. Questo é vero, ma ti farei presente che i piani di Lì sembrerebbero basarsi su incrementi di fatturato reale, mentre l'aumento di fatturato dell'Inter é in pratica interamente relativo a parti correlate, quindi é un incremento, se consentì, un po "farlocco". Allo stesso modo il prestito socio é debito, e finché non viene trasformato in aumento di capitale, tale non è, ed esiste la stessa aleatorietà che può derivare dalla fattibilità dei piani di Lì, a mio parere.
      In attesa di verificare se è come verrà effettuato il rifinanziamento, io, per il momento, vedo come molto positivo il fatto che Li non abbia caricato di debiti il Milan, ma li abbia, in gran parte, su di se, poi sele cose cambieranno, vedremo...
      In quanto alla ricerca di soci, bisognerebbe sapere per certo se cerca soci di minoranza, o soci alla pari, e quanto siano credibili i piani di espansione nel concreto.

      Elimina
    2. Ah, e per quanto riguarda la malafede e la faziositá, mentre é più che lecito avere dubbi su una proprietá non facilmente identificabile è ancora nell'ombra per molte cose, ti farei presente che la suddetta faziositá, si evince facilmente da molte articolasse e presunti "casi" usciti negli ultimi mesi.
      - il caso fideiussioni era un'evidente montatura ed era molto chiaro a chiunque avesse un'infarinatura minima sugli argomenti, e mi pare che tu ce l'abbia.
      - una testata sostiene che il governo cinese obbliga Huarong e Haixa a ritirarsi e questo creerà un buco di 200mil nel bilancio del Milan. Peccato che tale testata scrivesse da mesi che il governo cinese, Huarong e Haixa nell'operazione Milan non c'entravano minkia. Quindi i casi sono due, o era falso quello che hanno scritto per mesi o é falso il buco di 200 mil. non è malafede e faziositá questa, secondo te?
      - articoli su articoli sempre delle stesse testate e dei soliti giornalisti, infarciti di "sarebbe" "sembrerebbe" "potrebbe" pieni di cazzate che si rivelano tali entro pochi giorni.

      Mentre ritengo i dubbi sulla proprietà e sul piano operativo più che leciti, ed in parte anche miei devo dire, trovo molto più "pervicace" assumere un tono paternalistico per negare che faziositá è malafede esistono in abbondanza. Anzi tanta "pervicacia" nel negarne l'esistenza mi fa seriamente dubitare della buonafede di chi scrive...

      Elimina
  22. Se lo troverà o meno, perché secondo te il prezzo delle azioni non è conveniente, lo vedremo.
    Nella tua "precisione" tecnicistica forse dimentichi che il seguito che il Milan ed il suo bacino d'utenza sono nettamente superiori a quelli dell'Inter, in Italia, in Cina, nel mondo.
    Al mio paese un investitore guarda anche questo.
    Non so a chi sia rifetito il "quando si parla bisognerebbe fsrlo con precisione"....presuppongono a me visto che avevo parlato io oggi/ieri di soci per Li.
    Quando si parla bisognerebbe farlo anche in modo "potabile" per i più.
    L'esperto che quando parla si capisce solo lui è un eremita della comunicazione.

    RispondiElimina

Abbiamo riaperto i commenti!
Attenzione: chi scrive commenti è automaticamente tracciato dal sistema (informazioni non a disposizione dei curatori) ed è quindi totalmente responsabile di quanto scrive.





FEED


Scrivi Email - Nei tuoi preferiti


IL LIBRO DI CRITICA ROSSONERA
DA CALCIOPOLI AD ATENE dove oltre ai post sono contenuti molti dei commenti significativi, per rivivere un anno particolare della storia del Milan.
E' GRATIS!


Post più popolari